ConTatto

Pratiche per Rallentare

     

Aikido
Takemusu Aiki



Deshi

progetto intensivo di Aikido




La pratica dell'Aikido può essere interpretata in diversi modi: per qualcuno è un'arte marziale che utilizza la forza dell'avversario, per altri è un efficace metodo di autodifesa… Per altri ancora l'aikido ha un senso più ampio e diventa una modalità di vivere la vita, una filosofia in movimento.

É a questo tipo di allievi che il Progetto Deshi si rivolge.


Il progetto prevede

* accesso a tutte le lezioni dei corsi di Takemusu Aiki
* partecipare una volta al mese allo stage di ConTatto (vedi calendario)
* una lezione individuale una volta al mese
* partecipare ad una lezione esclusiva basata sullo studio del Ki ogni 15 giorni


7 ore a settimana

 

intensità e costanza






Poter praticare tutti i giorni è indubbiamente la modalità migliore per riuscire ad elaborare al meglio l'Aikido come proprio canale espressivo. Nella costanza la tecnica, la precisione e la spontaneità hanno modo di emergere con estrema facilità. L'attenzione è portata a mantenere il focus su ciò che si è appreso poco prima e così avviene una crescita molto rapida e soddisfacente. É possibile seguire fino al massimo di 7 ore in base ai vostri impegni.


1 stage al mese

 

approfondimento e allenamento


Negli stage mensili il praticante ha 3 ore consecutive per poter lavorare il taijustu e il bukiwaza.
In più c'è la possibilità di integrare il lavoro con ulteriori sviluppi rispetto al Metodo Saito, la base dell'apprendimento tecnico, con una pratica più vicina a quella del fondatore dell'Aikido O'Sensei M.Ueshiba.


1 individuale al mese

 

unicità della propria strada



Avere a disposizione il Maestro una volta al mese vuol dire avere la possibilità di allenarsi sulle proprie criticità, mettere in discussione i propri dubbi ed emergere come aikidoka unico, grazie alla propria fisicità e al proprio carattere. In questo momento si ha la possibilità di capirsi e avvalorarsi.


2 lezioni extra

 

sviluppo del ki


Le tecniche di Aikido sono un contenitore per riuscire ad esprimere la propria coordinazione nel controllo del Ki, la forza alla quale il praticante si armonizza. Questo avviene attraverso esercizi precisi che discostano dalle normali tecniche. Il progetto Deshi propone una lezione esclusiva per chi aderisce a questo percorso. Ogni 15 giorni i praticanti si troveranno per studiare le tecniche e gli esercizi legati agli insegnamenti per lo sviluppo e il controllo del Ki, la forza che caratterizza tutta la ricerca dell'Arte della Pace.


In giapponese Deshi significa "alunno, apprendista o discepolo" questo progetto non ha un vincolo di anzianità e vuole lasciare agli allievi di ConTatto la scelta di aderire o meno.
Proprio per garantire la massima libertà, i gradi tecnici rilasciati tramite ITAF, della quale ConTatto è la referente italiana, non hanno nulla a che vedere con l'aderire a questo progetto.

ConTatto promuove grazie ai Maestri Davide Barchi e Annalisa Oscari questi approfondimenti per coltivare una parte spesso mancante negli allenamenti tradizionali e per potere essere maggiormente presenti nella crescita degli allievi.

Gli esercizi per lo sviluppo e il controllo del Ki eseguiti senza un percorso tecnico solido, non produrrebbero uno sviluppo completo dell'arte, come è difficile che lo faccia il solo studio delle tecniche.

Deshi ha due momenti nel quale apre le iscrizioni: Ottobre e Gennaio.